Turismo e commercio: esonero contributi INPS per chi non licenzia

Bene l’introduzione dell’agevolazione rivolta alle imprese commerciali e del turismo nel Decreto Sostegni Bis, misura che è stata approvata dal CdM. La misura dovrà adesso arrivare alla Camera e al Senato per eventuali integrazioni prima di diventare legge.

Per tutte le imprese che non licenzieranno, infatti, sarà possibile usufruire di uno sgravio dei contributi previdenziali fino a una cifra pari al doppio delle ore di cassa integrazione salariale già fruite nei mesi di gennaio, febbraio e marzo 2021. Le aziende che si avvarranno della misura non potranno effettuare licenziamenti per tutto il 2021. Una misura utile ad accompagnare verso la ripresa le piccole e medie imprese, tutelando allo stesso tempo migliaia di lavoratori comprensibilmente preoccupati per la propria occupazione.

Anche dopo le riaperture, supportare imprese e lavoratori, a cui negli ultimi 15 mesi sono stati chiesti grossi sacrifici, deve essere una prerogativa imprescindibile del progetto volto alla ricostruzione post-pandemica del paese.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi