Tavolo vertenza APU, al Ministero il 9 luglio

Una vera emergenza sociale, 2600 lavoratori inseriti nei progetti Apu (Attività di Pubblica Utilità) a cui è scaduto da anni il sussidio di mobilità, i quali, dopo aver prestato la loro opera in molti Comuni della Campania si sono ritrovati in mezzo a una strada senza alcuna forma di sussidio.

I progetti nei quali erano stati inseriti, finanziati con fondi Por Fesr 2014-2020, per molti di loro sono già scaduti o stanno per scadere. 

Un dramma per migliaia di famiglie che si è consumato nell’indifferenza dell’amministrazione regionale, sebbene le amministrazioni locali presso le quali questi lavoratori hanno operato, abbiano rimarcato l’importanza del progetto in termini economici e produttivi, oltre che la possibilità di utilizzare i lavoratori per potenziare l’organico. Martedi’ 9 luglio 30 sindaci della Campania siederanno al tavolo del Ministero del Lavoro con Francesco Vanin, consigliere per le imprese, le crisi di impresa
e del lavoro, incaricato della trattativa con le rappresentanze
sindacali, per discutere della vertenza Apu che riguarda 2600
lavoratori della Regione Campania.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi