Scuola: nessun taglio all’istruzione

Nulla di vero in merito al presunto taglio di 4 miliardi in tre anni alla scuola.

Per mera convenzione contabile, la spesa per gli stipendi del personale docente e ATA a tempo determinato è iscritta solo per il primo degli anni scolastici interessati dal bilancio triennale.

Per questo una lettura superficiale del bilancio potrebbe dare l’impressione che vi siano tagli all’istruzione, in particolare per il sostegno che, come noto, è assicurato anche da un elevato numero di docenti in deroga, cioè assunti a tempo determinato, precisano dal Ministero dell’Istruzione.

In realtà, non vi è alcuna riduzione di risorse. Tutti gli studenti con disabilità saranno, come sempre, affiancati, in classe, da un docente di sostegno, sia quest’anno sia nei prossimi.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi