Salvini senza mascherina al Senato

Ciò che è successo ieri presso il Senato della Repubblica ha dell’incredibile: un cantante, Andrea Bocelli, un critico d’arte, Vittorio Sgarbi, (noto più per le sue “performance” televisive che per altro) e, naturalmente, Matteo Salvini, si sono dati appuntamento per esibirsi in una serie di sproloqui offensivi verso chi a causa del Covid19 ha perso i propri cari, ha sofferto, e chi ha lottato in questi mesi per salvare vite.

Il virus non sarebbe più presente nei nostri ospedali, le mascherine non servirebbero, il Covid19 non sarebbe poi così pericoloso, solo un’esagerata narrazione, e le misure di sicurezza inutili ed offensive. Però attenzione, il virus “inutile” lo porterebbero gli immigrati.

Tremo se penso che in questi mesi avremmo potuto avere un personaggio simile a gestire quest’emergenza invece del Presidente Giuseppe Conte.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi