Salvini, accordi pre-voto con Silvio Berlusconi

Terminata la riunione congiunta Camera – Senato, si è parlato della di crisi di governo e di taglio (prima del voto) di 345 posti di privilegio a 10.000-15.000 Euro al mese.

Lo spread era stabile, i conti in ordine, la disoccupazione era in diminuzione e i posti a tempo indeterminato in aumento, si stava discutendo della nuova riforma della giustizia, del taglio delle poltrone, salario minimo e abbassamento del cuneo fiscale, mentre a Gennaio 2020 sarebbe entrata in vigore la legge sulla prescrizione (malvoluta da Berlusconi), ecco, questo è quello che ha bloccato Salvini staccando la spina a questo governo.

La gente sta vivendo in questi giorni l’angoscia del rischio aumento dell’Iva al 25%, del rischio che il bilancio dello stato entri in esercizio provvisorio e del rischio della non conferma di reddito di cittadinanza e quota100, il tutto perché Salvini ha deciso di tornare a fare gli accordi pre-voto con Silvio Berlusconi, ne risponderà agli italiani.

Che dici Salvini, visto che la gente sta già pagando sulla propria pelle la tua scelleratezza, la diamo sta bella sforbiciata pure alla politica prima di ridare la parola agli italiani? Magari dopo averlo fatto, ancora prima di mandarli alle urne, gli chiediamo pure scusa?

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi