Potenziamento del Reddito di Cittadinanza

Potenziamento del Reddito di Cittadinanza tra i requisiti per l’accesso alle risorse del Recovery Plan: lo dice l’Unione Europea.

Il Reddito di Cittadinanza, da molti ostracizzato in maniera strumentale e poco costruttiva, non solo ha sostenuto oltre 3 milioni di famiglie italiane esposte al rischio di povertà assoluta nel corso di questa pandemia, ma rientra anche a pieno titolo tra gli strumenti da potenziare attraverso le risorse in arrivo con il Recovery Plan. 

A dirlo questa volta non è il MoVimento 5 Stelle. Infatti, è la stessa UE che ha raccomandato all’Italia l’inserimento del RdC tra le misure sulle quali investire maggiormente, sia per ampliare la platea dei beneficiari sia per entrare nella sua fase due, ovvero quella che dovrà dare maggiore efficacia allo strumento nell’ambito delle politiche attive del lavoro. Un obiettivo rallentato dal Covid-19, ma che potrà essere perseguito con maggiore consapevolezza, sfruttando con una progettazione oculata le ingenti risorse a noi destinate. 

Il rilancio della nostra economia passa anche dal rafforzamento del Reddito di Cittadinanza e ci impegneremo al massimo per fare in modo che le mosse del Governo vadano nella direzione indicata dall’UnioneEuropea.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi