Occupazione record. Cresce il lavoro stabile

Aumenta il numero degli occupati, ma soprattutto aumenta il numero di assunti a tempo indeterminato.

Il 2019 in Italia si è chiuso con il massimo storico di occupati, in controtendenza con quanto avviene in Europa e nel mondo.

Un successo che porta un nome ben preciso: Decreto Dignità.

A parlare sono i numeri, ma non quelli che diamo noi, bensì quelli forniti dall’ Istat e relativi al mese di Novembre 2019: 

– 59,4% di occupati, con un aumento sul mese precedente di 41.000 unità 
– 67.000 nuovi contratti a tempo indeterminato. 

A scendere invece – cosa di cui siamo più che lieti – è stato il numero dei contratti a termine.  

Questi dati ci danno speranza e soprattutto smentiscono le varie Cassandra che predicevano il fallimento del Decreto Dignità e che, invece, sta contribuendo a rendere più equo il mercato del lavoro e a garantire stabilità a lavoratori e famiglie.

Ma i dati Istat ci dicono anche altro:

– disoccupazione (da 6 mesi) al 9,7%, stabilmente sotto la soglia psicologica del 10%
– Nuovi contratti a giovani tra i 25 e i 34 anni (21.000) e a donne (35.000) grazie a Garanzia Giovani.

– raggiungimento del minimo storico dal 1977 di inattivi, ovvero, chi non ha lavoro e non lo cerca.

E va dato merito, infine, anche agli incentivi per le assunzioni a tempo indeterminato – confermati nella Manovra 2020 – che hanno aiutato le imprese a sostenere i costi di contratti di lavoro stabile. 

Dati senza dubbio confortanti e che sono il risultato di una serie di azioni congiunte che, agendo in maniera sinergica, hanno fornito la scossa che il mercato del lavoro attendeva da un decennio e che sarà nostro impegno consolidare durante il 2020. 

La rivoluzione del lavoro è finalmente iniziata!

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi