Il turismo è in ginocchio

Il turismo è in ginocchio: ho chiesto al Ministro Garavaglia quale sia la programmazione per risollevare un settore al collasso.

Il Covid-19, oltre ad aver stravolto la quotidianità di tutti noi, ha inciso pesantemente sull’economia del nostro Paese, con alcuni settori in particolare che stanno pagando a caro prezzo la crisi in corso. Tra questi vi è indubbiamente il comparto turistico, il quale ha subito un crollo verticale del proprio volume d’affari.

Il turismo, in condizioni di normalità, rappresenta il 13% del PIL italiano. Secondo Enit, nel solo 2020 è stato registrato un calo di presenze turistiche pari a 57 milioni di visitatori, per un totale di meno 187 milioni di pernottamenti che avrebbero fatto registrare entrate per 71 miliardi di euro. Migliaia di lavoratori stagionali e PMI, oltre ai doverosi sostegni, hanno necessità di conoscere le proprie prospettive e quali siano i piani del Governo per rilanciare il comparto turistico.

Pertanto, ho chiesto al Ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, di illustrare quale sia la programmazione per risollevare il settore, in particolare per quanto riguarda la pianificazione relativa ai fondi in arrivo grazie al Recovery Plan. Inoltre, non possiamo dimenticare che rientra tra le priorità assolute la necessità arginare il concreto pericolo legato all’emersione di nuove povertà accanto a quelle storiche, ed è dunque indispensabile tentare in ogni modo di alzare un muro sufficiente a contrastare la penetrazione delle mafie e dei loro capitali in un comparto turistico al collasso; per farlo servono idee chiare, una seria programmazione e massima trasparenza. Non c’è tempo da perdere.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi