Il toccante monologo di Rula Jebreal sul femminicidio

Il toccante monologo di Rula Jebreal sul femminicidio è un invito a riflettere e a mantenere sempre accesi i riflettori su un fenomeno la cui gravità non può e non deve essere mai svilita.

Il palco del Festival di Sanremo e l’onore della prima serata hanno contribuito a dare maggiore forza al messaggio contenuto parole della brava giornalista, anche alla luce delle polemiche delle scorse settimane.

Purtroppo quello della violenza sulle donne è un tema su cui non è possibile spegnere le luci dei riflettori, ci pensa la cronaca a ricordarci quotidianamente che ogni giorno in Italia le donne sono vittime di violenze fisiche e psicologiche.

La scorsa settima si è chiusa con il terribile bilancio di sei femminicidi. I riflettori del Governo sono sempre accesi e puntati dritti sul problema, poiché ad imporcelo è l’urgenza della questione.

Con l’approvazione della Legge Codice Rosso abbiamo fatto tanti passi avanti. Grazie a questa legge le donne godono di maggiori tutele, si accelera lo svolgimento delle indagini in caso di denuncia, si inaspriscono le pene e si definiscono con precisione giuridica reati nuovi come, ad esempio, il revenge porn.

Abbiamo fatto molto, ma non abbastanza purtroppo ed è con questa consapevolezza che dobbiamo continuare a lavorare sulla strada intrapresa perché quella contro il femminicidio e la violenza di genere è una battaglia che non possiamo permetterci di perdere.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi