Il jobs act è incostituzionale. Il M5S lo ha sempre ribadito

 

Jobs Act incostituzionale

La Corte Costituzionale si esprime: il jobs act è incostituzionale.

Il Movimento 5 Stelle lo ha sempre ribadito. Già in azione per porre rimedio.

Altra grande e conclamata orrenda conclusione politica del governo di Renzi&C, il Jobs act, è incostituzionale, il criterio di indennizzo per il licenziamento ingiustificato viola articoli 4 e 35 della Carta Costituzionale.

Le famose tutele crescenti, tanto volute dalle grandi multinazionali e introdotte da Matteo Renzi con il Jobs Act, sono incostituzionali in quanto in contrasto con il diritto e la tutela del lavoro sanciti dagli articoli 4 e 35 della Costituzione.

Le storture del Jobs Act del Partito Democratico le abbiamo sempre combattute e le aggiusteremo ritornando ad una situazione pre-Renzi.

Non crediamo nel precariato, ma nel lavoro come base fondante della nostra nazione e garanzia di sicurezza per i cittadini.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi