Dissesto idrogeologico. I soldi ci sono, ora servono i progetti

Il governo, sin dal suo insediamento lo ha dimostrato: con il Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, abbiamo deciso di convocare il tavolo per la qualità dell’aria per trovare un nuovo accordo che preveda misure e azioni sempre più efficaci a tutela della salute dei cittadini e dell’ambiente.

Sono stati stanziati 6,5 miliardi per la tutela del territorio, ecobonus per l’acquisto di auto elettriche e 11 miliardi di euro contro il dissesto idrogeologico.

Ci sono già 6,5 miliardi di euro per il dissesto, e altri ancora potranno essere stanziati. 700 milioni sono già stati dati e abbiamo aperto oltre 500 cantieri. Abbiamo ridotto i tempi burocratici di un 75% e con la legge Cantiere Ambiente che è ora in Parlamento andremo ulteriormente a sburocratizzare tutta la macchina.

Una macchina ingolfata che per colpa della burocrazia era ferma e procedeva a rilento, e questo ha degli effetti devastanti per il nostro territorio e lo stiamo vedendo in questi giorni.

Abbiamo ancora tanto da fare per tutelare il nostro Paese, il nostro pianeta e la nostra salute, ma vi assicuro che il nostro impegno è massimo!

Noi siamo qui per farvi sapere che il cambiamento sta arrivando, che vi piaccia o no. Il vero potere appartiene alla gente.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi