Commissario sanità campana applicare la legge, via De Luca

Diversi mesi fa abbiamo approvato una norma secondo la quale un presidente di Regione con la sanità commissariata non può essere egli stesso il commissario.

Chi produce le inefficienze, non può certo risolverle. È il caso della Campania.

Ad oggi la Regione Campania non si è ancora dotata di un adeguato piano sanitario di assistenza territoriale e questo non fa che aumentare disagi e disservizi.

Il piano dell’assistenza territoriale, infatti, si occupa di programmare il funzionamento di tutti quei servizi sanitari erogati al di fuori degli ospedali, come ad esempio le guardie mediche, la riabilitazione, l’assistenza domiciliare etc.

Il ministro Grillo ha proposto il nome del commissario ma, per procedere a sostituire De Luca, è necessaria la firma del delegato del Ministero Economia e Finanza che è Massimo Garavaglia.

Bisogna rispettare la legge ed è necessario mettere fine alla sua incompatibilità da ruolo di governatore e commissario allo stesso tempo.

Il lavoro del Movimento 5 Stelle a tutela della salute dei cittadini italiani continuerà ad essere inarrestabile.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi