Aree di crisi industriale complessa

Aree di crisi industriale complessa: dal Ministero del Lavoro via libera alle regioni per la proroga semplificata degli ammortizzatori sociali.

Nei giorni scorsi ho chiesto al Ministero del Lavoro chiarimenti in merito ad una questione che coinvolge un’ampia platea di lavoratori, ovvero, la possibilità di proroga degli ammortizzatori sociali nelle aree di crisi industriale complessa.

In queste ore è arrivata la risposta da parte del Ministero con la quale si certifica che anche coloro i quali abbiano cessato la propria mobilità in deroga o abbiano esaurito trattamenti di ammortizzazione sociale al 31 dicembre 2020 potranno usufruire di nuovi indennizzi, purchè collocati in aree di crisi industriale complessa.

In Campania è questo il caso dei poli industriali di Acerra-Marcianise-Airola, Battipaglia-Solofra e Castellammare di Stabia-Torre Annunziata. La Regione potrà dunque destinare le risorse residue dai precedenti finanziamenti per interventi a sostegno dei lavoratori, in maniera semplificata, anche in assenza di una proroga specifica delle singole misure.

Una precisazione importante che consegna alla Regione Campania la responsabilità di tutelare i soggetti più penalizzati sul piano occupazionale, implementando una nuova forma di sostegno semplificata che è stata autorizzata dal Ministero del Lavoro.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi